Tutti gli articoli del numero

W la retorica, fu uno degli slogan meno citati ma più sinceri del 1977, quando la “rivoluzione italiana”, cominciata nel’68, arrivò al suo culmine.  

 

Con il distacco dei quarant’anni trascorsi ci appare ora come una auto rivelazione. Il parossismo delle contraddizioni, magico e tragico, il massimo di liberazione in un carnevale espressivo che dichiarava il desiderio di tutti i desideri e insieme una violenza mai vista. Ci furono tredici assassinati e più di trenta gambizzati, in un brodo di terrorismo diffuso dietro il quale si progettava l’assalto al cuore dello Stato: pochi mesi dopo la strage di via Fani, il rapimento e l’assassinio di Aldo Moro. 

 

Niente di paragonabile a oggi, se non che la babele che domina il discorso pubblico e la difficoltà della politica a interpretare e rappresentare generano la violenza o la sua farsa. 

 

Abbasso la retorica.  

 


[Numero: 69]
TUTTI GLI ARTICOLI
[Numero: 69]
politica e violenza la lezione del 77
Origami

[Numero: 69]
politica e violenza la lezione del 77
[Numero: 69]
politica e violenza la lezione del 77
graphic-novel
[Numero: 69]
politica e violenza la lezione del 77
infografica
 

[Numero: 69]
politica e violenza la lezione del 77
[Numero: 69]
politica e violenza la lezione del 77
[Numero: 69]
politica e violenza la lezione del 77
Origami

[Numero: 69]
politica e violenza la lezione del 77
Origami
Maurizio Cucchi  

 
Come si legge?