Tutti gli articoli del numero

Umanoidi, quasi umani. Inafferrabili software che attraverso catene di algoritmi governano in autonomia sistemi complessi. Quelli che per semplicità chiamiamo robot sono tra noi e il loro sviluppo pone questioni antiche in forme mai viste prima: anche loro sbagliano e soprattutto riproducono pregiudizi e comportamenti discriminatori perché il loro apprendimento avviene in rete o attraverso i social.

Vanno dunque educati, ma per farlo bisogna che gli umani che hanno a che fare con loro siano essi stessi più educati. E capaci di rispondere all’immortale domanda di Socrate: che cos’è la conoscenza?


[Numero: 142]
TUTTI GLI ARTICOLI
[Numero: 142]
maleducati e un po' razzisti ecco i robot
[Numero: 142]
maleducati e un po' razzisti ecco i robot
[Numero: 142]
maleducati e un po' razzisti ecco i robot
graphic-novel
[Numero: 142]
maleducati e un po' razzisti ecco i robot
[Numero: 142]
maleducati e un po' razzisti ecco i robot
[Numero: 142]
maleducati e un po' razzisti ecco i robot
[Numero: 142]
maleducati e un po' razzisti ecco i robot
 
Come si legge?