Ragazzini in prima linea

Zain, Sciuscià e i loro fratelli buttati nella vita senza perché

Un bambino arrabbiato, che non si perde mai d’animo, che non conosce la leggerezza del gioco, ma sa inventare ogni giorno un modo nuovo per sopravvivere. Nel protagonista di Cafarna o, Zain, che porta i genitori in tribunale con l’accusa di averlo messo al mondo, la regista libanese Nadine Labaki sintetizza il dramma di un’infanzia abbandonata eppure irriducibile, di un esercito di ragazzini nati senza ragione, privati di rispetto e dignità, ma non per questo incapaci di far sentire le loro voc...continua
PER LEGGERE ORIGAMI DEVI ESSERE ABBONATO
Il settimanale del giovedì che spiega la realtà,
un argomento alla volta
ORIGAMI
Abbonati
Benvenuto
SEI GIÀ ABBONATO?
ACCEDI
VUOI LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI?

scopri le offerte dell'abbonamento Tutto Digitale per pc, tablet e smartphone
SCOPRI