Il paese dei figli unici

Fanciullino

Fanciullino poeta di ieri, fanciullino di oggi, ma come resistere, fuori dal giro, nell’innocenza del bimbo a un tale cumulo mistodi trash che tutti sommerge? Ma il vero bimbo in fondo,quando lo vedo passare,sorride al sorriso,piace a chi gli piace,corre come volandole braccia verso il cielo. È ancora sano, immune,è attiva natura e così il fanciullino per sempre,il poeta, finché rete almenonon lo acchiappi e riduca,ormai integrato e sbiadito,a un vile dito che fa clic,a un pesciolino annichilito...continua
PER LEGGERE ORIGAMI DEVI ESSERE ABBONATO
Il settimanale del giovedì che spiega la realtà,
un argomento alla volta
ORIGAMI
Abbonati
Benvenuto
SEI GIÀ ABBONATO?
ACCEDI
VUOI LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI?

scopri le offerte dell'abbonamento Tutto Digitale per pc, tablet e smartphone
SCOPRI