Gira la bussola del vino

Bouquet

Ma chissà quali furono il gusto,
gli aromi naturali, il bouquet
antichi del nettare. Del resto
“Dio pieno di rimorsi creò il sonno
e l’uomo vi aggiunse il vino, sacro figlio
del sole, vegetale ambrosia, seme
prezioso perché a dio salga poesia,
che è più bel fiore, disse l’anima
stessa del vino per la nobile bocca
del grande flâneur nel suo spleen”.

Ma quale sarà poi la terra
preferita e quale il colore ideale:
ambrato, paglierino, dorato,
rubino, porpora, granato,
cerasuolo, rosato...

Quanto a me, dilettante fedele
di mediocre palato, se anche
non sarà il più sopraffino
scelgo un buon chiaretto Bardolino.

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI


[Numero: 164]