La caduta delle élites

Belli, ricchi e crudeli. La lotta di classe è su Neflix

I protagonisti di “Elite” , dramma adolescenziale in otto puntate su Netflix, sono tre ragazzi «di umili origini». Samuel, Nadia e Christian possono frequentare il prestigioso istituto spagnolo di Las Encinas solo grazie a una borsa di studio. «Un cretino, un’integralista e uno col pugno alzato: sembra l’inizio di una barzelletta» per descriverli con le parole di Guzman. Lui è ricco, bello e lo studente più popolare della migliore e esclusiva scuola di Spagna. I nuovi arrivati dovranno scontrarsi e imparare a convivere con i ragazzi ricchi e viziati, moralmente corrotti - la serie è vietata ai minori di 14 anni, perché di sesso ce n’è parecchio e fa da fil rouge alla narrazione - e nella maggior parte dei casi pure cattivi. Nel rimarcare la loro supposta superiorità, assolutamente crudeli. Lo scontro di classe è inevitabile, e finisce con un omicidio. Chi ha ucciso la bella, ricca e problematica Marina Nusier Osuna? Qualcuno sarà costretto a pagare per un crimine che non ha commesso, solo perché non fa parte dell’élite?

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI


[Numero: 163]