Il grande fratello ce labbiamo in tasca

Buongiorno Origami

Nel nostro piccolo non abbiamo nemmeno bisogno di una neolingua che complichi tutto e lo renda incomprensibile, ai noi basta rendere incomprensibile il tutto attraverso la drastica semplificazione, né abbiamo bisogno di uno spiegamento di incaricati a correggere i libri e i giornali, cioè a ricostruire gli archivi a sostegno della nuova verità: ci è sufficiente che i Piccoli Fratelli del nostro tempo si affaccino su Facebook e proclamino la verità del giorno perché le verità del giorno prima e del giorno prima ancora sfumino nelle periferie online. Dove c’era sì è no, dove c’era no è sì, dove c’era Roma ladrona c’è Roma sovranista, dove c’era il Movimento rivoluzionario del popolo e della rete senza gerarchie e senza leader c’è il Movimento rivoluzionario del popolo con la gerarchia e con il leader, dove c’era il partito di vetro c’è il partito delle stanze oscure, dove c’era lo streaming c’è il sottobanco, dove c’era la presunzione di colpevolezza c’è la presunzione di purezza, e il capolavoro ultra e post orwelliano è che possono convivere verità contrastanti e tuttavia complementari e collaboranti alla reciproca soddisfazione. Ovvero i migranti non arrivano più ma i migranti sono troppi, vi abbiamo restituito la sicurezza ma sentitevi insicuri, abbiamo sconfitto la povertà ma solo noi difenderemo i poveri, noi siamo la nuova élite ma facciamo la guerra alle élite. Il capolavoro ultra e post orwelliano è che non ci è necessario che carta canti, perché la modernità ha svelato che il bipensiero di 1984 – chi controlla il passato controlla il futuro, chi controlla il presente controlla il passato – non è un’imposizione luciferina ma un atto di volontà personale: noi cancelliamo il passato per giustificare il presente e credere nel futuro.

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI


[Numero: 160]