Liberi cittadini in libere piazze

E adesso tocca ai veneti: in piazza in nome del Lavoro

Ma dove sono le donne venete che, al pari delle romane e delle torinesi, potrebbero suonare il gong a Nordest? Dove sono mai le esponenti al femminile del ceto dirigente capaci di assumere pubblica responsabilità del loro malcontento e del loro diverso pensare rispetto a un governo ritenuto semplicemente vacuo e inconcludente? Troppo prese a lavorare, a testa bassa come gli uomini. E dunque, per dirla con Giuseppe De Rita, assai acerbo potrebbe apparire il ruolo politico della classe imprenditor...continua
PER LEGGERE ORIGAMI DEVI ESSERE ABBONATO
Il settimanale del giovedì che spiega la realtà,
un argomento alla volta
ORIGAMI
Abbonati
Benvenuto
SEI GIÀ ABBONATO?
ACCEDI
VUOI LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI?

scopri le offerte dell'abbonamento Tutto Digitale per pc, tablet e smartphone
SCOPRI