la riscoperta di pompei

Il testimone

Lo scrittore latino Plinio il Giovane era stato adottato dallo zio Plinio il Vecchio che abitava nel golfo di Napoli. Da qui assistette all’eruzione del Vesuvio e alla sua morte. In un secondo momento lo storico Tacito gli chiese di raccontargli della morte dello zio per aiutarlo a scrivere ai posteri di quell’incredibile eruzione. È proprio attraverso la sua risposta che ci è stata tramandata la data dell’eruzione del Vesuvio e cioè il 24 agosto. Ma la nuova scoperta e vari indizi già noti, spostano ora l’evento al 17 ottobre.


[Numero: 147]