ragazzi alla battaglia di algeri

Non bastano le antiche simpatie imprese italiane sole contro tutti

Sapevo quasi niente dell’Algeria il 5 settembre 1977 quando scesi per la prima volta dall’aereo ad Algeri. E non avrei mai immaginato che per quarant’anni, tutti i mesi, tutti gli anni, sarei regolarmente tornato. Oggi osservo questo paese e mi viene in mente la frase Gattopardesca: «Se vogliamo che tutto rimanga com’è, bisogna che tutto cambi». Cosi è, in un’Algeria dove presidente è Bouteflika, ministro degli esteri per 15 anni dal 1963, e oggi considerato il simbolo della stabilità Algerina...continua
PER LEGGERE ORIGAMI DEVI ESSERE ABBONATO
Il settimanale del giovedì che spiega la realtà,
un argomento alla volta
ORIGAMI
Abbonati
Benvenuto
SEI GIÀ ABBONATO?
ACCEDI
VUOI LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI?

scopri le offerte dell'abbonamento Tutto Digitale per pc, tablet e smartphone
SCOPRI