merkel 40 le virtù del camaleonte

Lirica

Angela Dorothea, figlia del pastore,

biondina della sognante Amburgo,

nordica nobile patria di Telemann,

Mendelssohn, Brahms, tu, dunque,

donna totale del duemila a cui dedico

questa mia indegna poesia, ami il verso,

il lirico fraseggio dell’umana parola

più carica e alta, e dunque la poesia?

Potrà mai un potente, un conduttore,

un capo, compulsare con ansia commossa

un piccolo libro di versi? Io ti invito,

ammiratore ingenuo del tuo vezzoso

caschetto a proteggere e amare

l’arte della parola, che nel suo semplice

volo ci porta in un mondo più affabile,

più sapiente, più sano e più civile.


[Numero: 95]