corsivo sì grazie

Non telefonate ditelo con la lettera

Provate le battute fino all’automatismo! – raccomandava Jean Louis Barrault agli attori. E perché sia giovevole l’esercizio dello scrivere manuale, non posso che raccomandarlo fino ad un estremo di automatismo. Ormai l’analfabetismo è alle porte, la penna stilografica, roccaforte dello scrivere, è scomparsa dalle cartolerie; la carta, il quaderno, la risma dalle case sono sparite. Per i bambini bisogna inventare magie e speciali trucchi per attirarli a lavorare contemporaneamente con mani e testa. Non hanno perso il gusto per l’immagine, bisogna farglielo prendere per la parola ed è un mestiere duro. Resto stupefatto, in un paese di biblioteche e di editori, al vedere in quali condizioni è ridotta, anche per colpa dei governi che scoraggiano indecentemente l’uso della scrittura manuale, la comunicazione postale! La sopravvivenza del francobollo è dovuta esclusivamente, con esiti di notevole bellezza, alla filatelia.

Vi regalo una massima che vi alleggerirà il carico di noia della casa: NON TELEFONATE, DITELO CON LA LETTERA!

Prima che l’ingiuria, la parolaccia, la cattiveria estrema, la dichiarazione pubblica di cui pentirsi, facilissime via cavo o via etere, arrivino all’espressione causando il più delle volte altre telefonate di pentimento e di scusa, la lettera vi avrà mondati di rancori e violenze e fatto indossare un immacolato chitone. Ma per riuscirci bisogna non essere novizi, l’impresa di cartabustafrancobollo deve aver avuto il tempo di maturare e di farvi segno da un crocicchio sorridente. Bisogna che la giornata in cui avete scritto, affrancato e spedito tre lettere e cinque cartoline la sentiate come una deliziosa carezza nel profondo dell’anima.

Il grande grafico svizzero Orio Galli, che fa corsi per ridare la scrittura agli ormai incapaci di usarla, mi diceva recentemente che per progredire ciascuno deve raggiungere al più presto un certo grado di automatismo: la stessa ricetta di Barrault in teatro. L’insignificanza e la sbadataggine di quel che chiamiamo politica è probabilmente dovuta in parte al fatto che là lo scrivere manuale è stato in tutto e dappertutto abolito! Pensiamoci.


[Numero: 93]