ferragosto con simenon lansdale c

Le cento vite di M. R.

Letteratura “eccentrica ed eterodossa” è stata definita quella di Marco Rossari, scrittore che “si credeva Proust. Ed era Proust”, come si legge nel sottotitolo sull’home page del suo sito. Ha tradotto Charles Dickens, Mark Twain, T. S. Eliot, Gertrude Stein, molti altri e perfino Nathan Zuckerman. Ha pubblicato per i maggiori editori italiani e sarebbe noioso mettersi a fare l’elenco. Ha scritto di tutto e un po’ di tutti. Il romanzo più noto è Le cento vite di Nemesio, pubblicato da e/o nel 2016. Nel 2017 con add ha pubblicato Bob Dylan, il fantasma dell’elettricità. Tiene un laboratorio di scrittura umoristica con Federico Baccomo presso la Scuola Belleville di Milano. In questo racconto scritto per Origami emergono tutti i caratteri di una prosa colta, ironica, incalzante, sempre sorprendente.


[Numero: 91]