E se le leggi le facessero le donne

Solone è morto

L’uomo al comando ormai,

il vir che detta legge

e la legge, è roba frusta,

desueta, arcaica. Solone

è morto! È tempo

di dirci sesso debole, di darci

ai mestieri, alla spesa, alla sana

economia domestica, al cucito

e cedere l’atto decisionale,

responsabile, la legge e la guerra

a lei, che giustamente ambisce

che più di noi ne è degna.

Godremo di un nuovo mondo chiaro,

un mondo femmina, più giusto,

o che tale si dirà e comunque,

di certo, non più iniquo di questo.


[Numero: 86]