università che vogliamo

Nel Sud dove serve sviluppo atenei sempre più poveri

Negli ultimi anni il sistema universitario italiano è stato investito da un turbinio di cambiamenti, in larga misura sfuggiti alla considerazione dell’opinione pubblica. Il più rilevante è stata la decisione, avviata dal governo Berlusconi e confermata da quelli che l’hanno seguito, di ridurre molto il finanziamento pubblico dell’università italiana. Finanziamento che già era, e oggi è ancor di più, assai modesto in comparazione internazionale: l’Italia spende circa 100 euro pro capite per l’un...continua
Non sei abbonato?
Acquista
subito un abbonamento!

Leggi tutti gli articoli di
Origami riservati agli abbonati.
Sei già abbonato?
Inserisci
email e password
ed accedi a
Origami

accedi