futur torino

Nonna Agnese

Ricordo una lontana gita

con mia madre in corriera,

incontro alle nostre origini,

verso la città per lei materna,

girando un po’ straniti,

cercando il fiume, il colle, i passi

della piccola Agnese di allora.

Ancora oggi, a volte, torno

come in pellegrinaggio, mi godo

il fiato largo delle eleganti piazze,

sosto davanti alla casa di via San Secondo,

ripenso al volto, al gran coraggio

della ragazza torinese di cent’anni fa

e poi riparto verso casa con più slancio.


[Numero: 82]