e tu che italiano sei

A Campaldino la prima battaglia “italiana”

Il racconto della battaglia di Campaldino firmato da Dino Compagni (che qui riproduciamo nell’edizione storica dell’editore Carocci, 2013) è forse la prima cronaca d’una battaglia in lingua italiana. Già questo basterebbe a fare dello scontro combattuto presso Poppi quell’11 giugno del 1289 una data memorabile della storia d’Italia. Ma Campaldino è una battaglia profondamente italiana anche per altri motivi. A scannarsi sono gli abitanti di città vicinissime, dove si parla lo stesso dialetto, e che tuttavia si odiano a morte; e cosa c’è di più italiano di questo? Poi, a Campaldino, anche se Dino non lo nota e non lo dice, uno dei giovani milites che partecipano alla prima carica della cavalleria fiorentina è un certo Dante degli Alighieri; a noi fa magari effetto immaginare il poeta non con la solita cappa rossa e gli allori in testa, ma con la cotta di maglia, l’elmo e lo scudo, e la lancia in resta, ma è così che dobbiamo immaginarlo quel ragazzo di ventiquattro anni - e dunque Campaldino è anche la prima battaglia importante della letteratura italiana.


[Numero: 80]