un manga ti salva la vita

Ezechiele

Il mio preferito è sempre lui,

coi suoi pantalonacci rattoppati,

i bei dentoni a vista e il caro

sorriso feroce. Sì, proprio lui,

Ezechiele il mio adorato lupo

di bambino, né disdegno,

si capisce, il Lupo Alberto

dell’amico Silver. W il lupo,

Dunque. Ma oggi, mi chiedo,

che bisogno abbiamo di cartoni

e fumetti? Ininterrottamente essi

ci appaiono, si inseguono, si prendono

a male parole, reali e virtuali,

comici al potere o quasi,

spocchiosi e sprovveduti pretendono

la nostra onesta fiducia. E allora,

vecchio e caro Ezechiele,

compi un balzo furfante dei tuoi

e ingoiali, nelle tue storiche fauci,

nella tua profondissima,

amatissima gola.


[Numero: 73]