e se vince marine

L’euro? Un vero incubo. Ma indietro non si torna

Il primo gennaio del 2002 Nicola Scarlatelli lo ricorda benissimo. Era nel suo capannone alla periferia di Torino, ad aggiornare i listini dei prezzi, dalle lire all’euro. «Un incubo», sorride. Alberto Maria Barberis, invece, stava finendo il servizio civile. «Quel giorno ero a sciare in Francia, è stato stranissimo. Avevo cambiato i soldi in banca, ho pagato con le nuove monete, era tutto nuovo». Due imprenditori, generazioni diverse. Il primo, che all’inizio degli Anni Settanta ha fondato la ...continua
Non sei abbonato?
Acquista
subito un abbonamento!

Leggi tutti gli articoli di
Origami riservati agli abbonati.
Sei già abbonato?
Inserisci
email e password
ed accedi a
Origami

accedi