e se vince marine

Douce france

Cara e amatissima Marianne,

ti aspettano nuove battaglie?

No, non oso credere che l’eterna

e di noi tutti Douce France, tornando

al leggiadro Trenet, le fou adorable

chantant, possa cadere

in rozze mani in cui l’orgoglio

e la fierezza nobile di sé

di una gente nei secoli aperta

si abbassi, si avvilisca e decada

a ottusa autodifesa chiusa,

a esaltazione della propria

parte più goffa, gaglioffa e misera.

No, non avverrà, signora

Marion Anne Perrine Le Pen

e canteremo ancora: “Douce France”


[Numero: 70]