siamo ciò che non mangiamo

Un Cappun Magro per il cardinal Siri

Ai tempi dorati del ‘900 la Rina al Carmine teneva nel menù per tutto il tempo della Quaresima il Cappun Magro; la Rina era una bettola che a mezzogiorno era zeppa dei facchini del mercato e non aveva difficoltà ad assicurare per quaranta giorni di fila un piatto così delicato e complicato. Perché il Cappun Magro è quando il mare è grosso e non si possono accendere i fuochi alle marmitte e il cuoco deve arrangiarsi con gli avanzi, le conserve e con la roba che si può mangiare cruda, il ché è un ...continua
PER LEGGERE ORIGAMI DEVI ESSERE ABBONATO
Il settimanale del giovedì che spiega la realtà,
un argomento alla volta
ORIGAMI
Abbonati
Benvenuto
SEI GIÀ ABBONATO?
ACCEDI
VUOI LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI?

scopri le offerte dell'abbonamento Tutto Digitale per pc, tablet e smartphone
SCOPRI