siamo ciò che non mangiamo

L’invenzione della Quaresima ha imposto abitudini e mercati

Al tempo del granduca Ferdinando II, un inquisitore girava per le strade di Firenze nelle giornate di venerdì, per accertarsi, dall’odore, se qualcuno avesse mangiato carne contravvenendo ai precetti della Chiesa. Siamo a metà del Seicento e la Chiesa cattolica, provata ma rafforzata dal conflitto con il mondo protestante, ha irrigidito in forme quasi parossistiche la sua volontà di controllo sui comportamenti privati. L’astinenza dalla carne, a cui il monachesimo medievale aveva dato un val...continua
PER LEGGERE ORIGAMI DEVI ESSERE ABBONATO
Il settimanale del giovedì che spiega la realtà,
un argomento alla volta
ORIGAMI
Abbonati
Benvenuto
SEI GIÀ ABBONATO?
ACCEDI
VUOI LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI?

scopri le offerte dell'abbonamento Tutto Digitale per pc, tablet e smartphone
SCOPRI