Se 150 anni vi sembran pochi

Nel tunnel della malattia

Da quasi un anno m’insegue un odore d’etere, d’alcol, d’antibiotico, di lisoformio, e questo cocktail olfattivo mi pizzica entro le nari, m’inzuppa fino alle ossa, mi s’è attaccato alla pelle. Anche adesso che dall’ospedale sono uscito, non me ne riesco a liberare: mi sveglio alle 5 e mezzo, alle 11 e 30 ho fame, alle 17 e 30 se non mi portano da mangiare m’innervosisco. Sono gli orari della sveglia e dei pasti all’ospedale. Sono passato, nel corso di questi ultimi dodici mesi, attraverso quattr...continua
PER LEGGERE ORIGAMI DEVI ESSERE ABBONATO
Il settimanale del giovedì che spiega la realtà,
un argomento alla volta
ORIGAMI
Abbonati
Benvenuto
SEI GIÀ ABBONATO?
ACCEDI
VUOI LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI?

scopri le offerte dell'abbonamento Tutto Digitale per pc, tablet e smartphone
SCOPRI