Angela Merkel un enigma nel cuore dellEuropa

la foto

In questi anni i giornali di tutta Europa si sono divertiti a costruire la passerella ideale di Angela Merkel, la sua palette di colori, dal rosso al verde pisello al nero, passando per il violetto, il blu, ecc. Spesso la Cancelliera indossa la medesima giacca senza curarsi se l’ha già sfoggiata in precedenza. Il colore è senza dubbio la cosa più interessante, e anche in questo la Merkel segue uno stile tipico delle donne del Nord Europa che preferiscono i colori brillanti per via della loro luminosità, là dove al Sud s’adottano il bianco, il nero o il beige. Di taglia forte, Angela non ha alcuna idea di cosa sia lo stile. Non sfoggia abiti firmati; la sua è una formalità informale. Si tratta di giacche, un capo maschile che accentua, l’idea di una persona di forte carattere, quasi militaresca. Basta osservare come scende dalle auto ufficiali, i gesti che compie con le mani, la postura, oppure il sorriso appena accennato; ride in modo sommesso, mai forzato. È cresciuta nella DDR, anche se questo non spiega tutto. Lenin, tra le altre cose, aveva detto che dopo la rivoluzione anche una cuoca avrebbe potuto dirigere lo Stato. Che sia venuto quel momento, anche senza la rivoluzione?


[Numero: 4]