Viaggio alla fine della vita

Le definizioni

DICHIARAZIONE ANTICIPATA DI TRATTAMENTO (O TESTAMENTO BIOLOGICO)

Documento in cui si esprime in forma scritta e in condizioni di lucidità mentale la propria volontà circa i trattamenti sanitari che si intende accettare o meno, qualora ci si dovesse trovare nella condizione di incapacità a comunicare la propria volontà. In Italia non esiste una legge specifica in merito.

EUTANASIA

Termine di derivazione greca (letteralmente “buona morte” da eu-, bene e tanatos, morte). Può essere “attiva” qualora il decesso sia provocato tramite appositi farmaci; si definisce “passiva” qualora il decesso sia provocato dall’interruzione o dalla mancata attuazione di trattamenti medici necessari alla sopravvivenza del paziente (respirazione, alimentazione o idratazione artificiale); può infine considerarsi “indiretta” quando la somministrazione di farmaci antidolorifici provochi come conseguenza non ricercata il decesso del paziente.

CURE PALLIATIVE

Hanno per obiettivo la riduzione delle sofferenze e del dolore nei pazienti in fase terminale. Non mirano alla cura della malattia, considerata a quel punto inguaribile.

SUICIDIO ASSISTITO

In alcuni paesi è possibile richiedere assistenza medica per il suicidio. Si riceve un consulto psicologico e, se si è convinti di andare fino in fondo, vengono forniti dei farmaci letali che il paziente deve consumare autonomamente.


[Numero: 13]