Ma che Storia ci Raccontiamo

Un libro a settimana

Nel 1963, temendo erroneamente di essere vittima di una grave malattia, Max Mannheimer, decide di scrivere un libro di memorie. Nato nel 1920 in Cecoslovacchia, figlio di commercianti ebrei, deportato a Auschwitz, Varsavia e Dacau e unico sopravvissuto della sua famiglia alla Shoah insieme al fratello minore Edgar, per anni aveva nascosto la sua storia dolorosa alla figlia Eva, “per proteggere lei e me stesso”. Con la paura di non riuscire a finire in tempo, Mannheimer scrive di scatto, febbri...continua
PER LEGGERE ORIGAMI DEVI ESSERE ABBONATO
Il settimanale del giovedì che spiega la realtà,
un argomento alla volta
ORIGAMI
Abbonati
Benvenuto
SEI GIÀ ABBONATO?
ACCEDI
VUOI LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI?

scopri le offerte dell'abbonamento Tutto Digitale per pc, tablet e smartphone
SCOPRI