ma che storia ci raccontiamo

Remoto Novecento

La storia mi risucchia

perché di già affondata

nel pieno della storia è la mia infanzia,

la giovinezza, col dopoguerra,

il boom, il ’68, nel cuore impaginati

in un remoto Novecento.

Ma ben oltre io vorrei spingermi

e arretrare nei faldoni

dell’Ottocento ed eccomi barbuto,

polveroso e in giubba verde

tra carrozze, nebbie e navigli

maleodoranti sotto l’austriaca

gallina fino alle cinque giornate

e ai Corpi Santi di una Milano

affabile e pastosa, storica

e, nella fantasia, meravigliosa.


[Numero: 51]