ma che storia ci raccontiamo

E la geografia? Serve a fare la guerra

La neutralità nelle scienze umane e sociali non esiste: non c’è nella storia, nell’economia e tanto meno nella geografia. I modelli che utilizziamo sono frutto di tentativi, elaborazioni e opinioni. Una bella mostra “La geografia serve a fare la guerra? Representation of human beings” organizzata a Treviso dalla Fondazione Benetton (a cura di Massimo Rossi e con progetto grafico di Fabrica), riflette su quest’aspetto con riguardo alle mappe: potente mezzo di comunicazione non verbale, le mappe sono state nei secoli capaci di influenzare l’opinione pubblica, con informazioni spesso allineate al volere degli stati maggiori.

Il contesto delle celebrazioni della Grande Guerra offre lo spunto per un percorso che si snoda dall’antichità al presente ma si concentra su fine Ottocento e inizio Novecento. Obiettivo: raccontare anche un’altra geografia possibile, non asservita alle logiche militari, ma in grado di insegnarci a conoscere i luoghi. Dal 6 novembre 2016 al 19 febbraio 2017.


[Numero: 51]