mille e un iran

Onda Verde, cosa resta di Neda e gli altri

Avevano già vinto. Il giorno prima di conoscere il nome del loro decimo presidente – l’11 giugno del 2009 - i ragazzi delle vie verdi, che avevano colorato la Persia di sabz, di verde appunto, erano tutti in coda per mantenere la loro promessa: cambiare l’Iran. Per strada l’attesa dei giovani era una festa, orgogliosi com’erano di siglare la scheda elettorale con il numero 77, identificativo del grande rivale dell’allora presidente Ahmadinejad. “L’ingegnere”, come i suoi sostenitori chiamavano c...continua
PER LEGGERE ORIGAMI DEVI ESSERE ABBONATO
Il settimanale del giovedì che spiega la realtà,
un argomento alla volta
ORIGAMI
Abbonati
Benvenuto
SEI GIÀ ABBONATO?
ACCEDI
VUOI LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI?

scopri le offerte dell'abbonamento Tutto Digitale per pc, tablet e smartphone
SCOPRI