Per favore non aprite la mia scatola nera

Vuoto

Ma esiste ancora una dimensione intima, protetta, chiusa dentro di noi come in una sacra celletta personale, inaccessibile, o solo accessibile a chi davvero ci ama? Vedo, al contrario, una smania febbrile di misero palcoscenico, di sedi improprie, dove il soggetto espone, come per un riscatto, al mondo, turbamenti e corna, velleità, spasmi di vita grama e frattaglie di insoddisfatta quotidianità banale. È così che il privato si fa pubblico, si fa sociale e dunque squallida fiction, reality, ...continua
PER LEGGERE ORIGAMI DEVI ESSERE ABBONATO
Il settimanale del giovedì che spiega la realtà,
un argomento alla volta
ORIGAMI
Abbonati
Benvenuto
SEI GIÀ ABBONATO?
ACCEDI
VUOI LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI?

scopri le offerte dell'abbonamento Tutto Digitale per pc, tablet e smartphone
SCOPRI