che bella scoperta

In saccoccia

Amo il mio macchinino, come lo chiamo rispettoso, lo dicono i mediocri tablet, aipad... Egli è il mio fido servitore nonché complice, mi mette su la musica che amo, i libri di un’intera libreria, i film perfino e mi lascia scrivere sul suo magico corpo sottile. Una scoperta quasi pari alla ruota, alle pubbliche bici gialle che acchiappo e volo via munito in capiente saccoccia di esso macchinino fulgidissimo. E mi sento insieme Einstein, Ulisse e Fausto Coppi. continua
PER LEGGERE ORIGAMI DEVI ESSERE ABBONATO
Il settimanale del giovedì che spiega la realtà,
un argomento alla volta
ORIGAMI
Abbonati
Benvenuto
SEI GIÀ ABBONATO?
ACCEDI
VUOI LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI?

scopri le offerte dell'abbonamento Tutto Digitale per pc, tablet e smartphone
SCOPRI