cinema la fabbrica dei festival

In coda a mezzanotte per un thriller ignoto: questa è la nostra festa

Cinquecento persone si mettono in fila alle 11,30 di una notte fredda e piovigginosa di novembre, per entrare in una sala che, da mezzanotte, proietterà in successione tre film horror. Non è la “sindrome del nuovo Harry Potter” o il più recente capitolo di Star Wars o di uno dei blockbuster della stagione. Sono tre piccoli horror ignoti e indipendenti, effetti speciali ridotti all’osso, tanta atmosfera, niente star (il nome più evocativo è quello di Osgood Perkins, giovane cineasta figlio di Ant...continua
PER LEGGERE ORIGAMI DEVI ESSERE ABBONATO
Il settimanale del giovedì che spiega la realtà,
un argomento alla volta
ORIGAMI
Abbonati
Benvenuto
SEI GIÀ ABBONATO?
ACCEDI
VUOI LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI?

scopri le offerte dell'abbonamento Tutto Digitale per pc, tablet e smartphone
SCOPRI