Insetti la conquista

Una falena sulle lacrime di Ronaldo

Il 10 luglio, allo Stade de France di Parigi, si gioca la finale degli europei di calcio. Al nono minuto il fuoriclasse portoghese Ronaldo si accascia a terra dopo aver subito un brutto fallo. Il dolore gli fa sgorgare delle lacrime. Milioni di spettatori trattengono il respiro per l’emozione quando in diretta tv una falena della specie Autographa gamma, si posa sul suo viso suggendo il caldo liquido che sgorga dai suoi occhi.

Sono numerose le farfalle che succhiano le lacrime dei grandi mammiferi per sopperire al loro fabbisogno di sali minerali. In Africa è facile scorgerle mentre si aggirano intorno agli occhi umidi di elefanti, bovini africani, leoni e altri grandi mammiferi. Alcune addirittura si intrufolano nottetempo nelle case e inseriscono la spiritromba tra le palpebre delle persone che dormono rubandogli il liquido da sotto gli occhi. Le migliori però, presenti nel grande mercato dei lucciconi, sono quelle del coccodrillo: l’enorme rettile ha, infatti, una pelle talmente squamosa che non permette la traspirazione e, per espellere i sali in eccesso, versa calde lacrime che diventano una pietanza prelibata per le farfalle. Ronaldo si è così consacrato campione anche tra i coccodrilli.


[Numero: 38]