costruire castelli di sabbia

La zia e il bagnino

Guardo con un senso vago

tra sorriso e minima invidia

i ragazzini che liberi lasciano

i libri per la lunga vacanza

e già corrono con la mente

aerea e vagabonda al mare.

E allora mi chiedo se anch’io

sono stato un bambino così

e mi rivedo vestito di bianco

col giornalino in mano in riva,

prima di sciogliermi felice

sulla sabbia in un dribbling,

a Miramare, o esultante

dopo uno scatto e un gol

di rapina, applaudito

da una zia e dal bagnino.


[Numero: 36]