ndrangheta scarpe bianche e cuore nero

Ragazzi di Calabria sempre uccelli da preda

I ragazzi calabresi di un tempo il mondo lo vedevano da una distanza notevole, lunga quanto le diciotto ore necessarie per raggiungere Milano, quarantotto in caso di neve, e puzzolente come l’umanità in travaglio, la polvere dei freni e la nafta di un convoglio colmo di vita in cerca di futuro. Si partiva alle sei di sera e ci si svegliava alle dodici di mattina, intirizziti dal freddo d’inverno o soffocati dal caldo della bella stagione. Il mondo era distante per i ragazzi degli anni Settanta, ...continua
PER LEGGERE ORIGAMI DEVI ESSERE ABBONATO
Il settimanale del giovedì che spiega la realtà,
un argomento alla volta
ORIGAMI
Abbonati
Benvenuto
SEI GIÀ ABBONATO?
ACCEDI
VUOI LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI?

scopri le offerte dell'abbonamento Tutto Digitale per pc, tablet e smartphone
SCOPRI