umano troppo umano

Un giorno un umano sparerà e l’androide gocciolerà sangue

La scienza informatica e la fantascienza letteraria del Novecento sono popolate di robot, o automi antropomorfi, e di androidi, o automi indistinguibili dall’uomo. I primi veri robot compaiono, insieme alla parola stessa (che significa “lavoratore forzato”), nel 1920 in R.U.R. di Karel Capek, che ispirò nel 1926 il film Metropolis di Fritz Lang. Ma naturalmente il loro cantore è Isaac Asimov, i cui robot obbediscono alle tre leggi della robotica: non devono recar danno agli esseri umani, devon...continua
PER LEGGERE ORIGAMI DEVI ESSERE ABBONATO
Il settimanale del giovedì che spiega la realtà,
un argomento alla volta
ORIGAMI
Abbonati
Benvenuto
SEI GIÀ ABBONATO?
ACCEDI
VUOI LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI?

scopri le offerte dell'abbonamento Tutto Digitale per pc, tablet e smartphone
SCOPRI