maggio francese

Maggio a Nizza

Mi passavano in sogno immagini remote, chissà perché, come un film avariato... Forse la stagione, il maggio, un lontano ricordo di giovinezza, ma vedevo ragazzi sfilare con mani strette a pugno, striscioni e su un muro la scritta il est interdit d’interdire. Mi sfilavano in corteo le parole di Raboni a boulevard Berthier, quando vide “i pannelli di legno con la fotografia dell’annegato”. Mi sono svegliato allora di soprassalto, lievemente imperlato da un maggio tanto più tiepido di allora. Eppur...continua
PER LEGGERE ORIGAMI DEVI ESSERE ABBONATO
Il settimanale del giovedì che spiega la realtà,
un argomento alla volta
ORIGAMI
Abbonati
Benvenuto
SEI GIÀ ABBONATO?
ACCEDI
VUOI LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI?

scopri le offerte dell'abbonamento Tutto Digitale per pc, tablet e smartphone
SCOPRI