Ma tu ce lhai una visione

Specie da amare

Gli artisti in genere, i poeti

passano in questo mondo strano

per gente lontana dal comune

esserci e agire. Tollerati,

a malapena in fondo e creduti

strana specie un po’ visionaria

di limpidi idioti sociali.

E invece amiamoli, diamo loro

il più ampio respiro discreto,

perché colgono nel reale

ciò che ai troppi sfugge.

Perché vedono oltre,

vedono dentro, vedono molto

e molto più avanti: loro

antivedono.


[Numero: 28]