tunisia la repubblica delle donne

Mbarka e figlie non si arrendono “La verità sui killer di Brahmi”

La vedova in collera - così ama definirsi Mbarka Brahmi - ora siede in Parlamento, dove occupa il seggio che fu del marito. «C’è ancora il segno della sua scrittura sul banco», confida, «e a volte mi pare di sentirlo lì accanto a me. Mohamed non era solo il mio sposo. Era il mio leader, e il mio migliore amico. Non potevo sopportare l’idea che in questo posto sedesse qualcuno che non ha i suoi stessi principi». Vuole finire il lavoro del suo uomo, Mbarka. Lei che aveva scelto d’essere soprattu...continua
PER LEGGERE ORIGAMI DEVI ESSERE ABBONATO
Il settimanale del giovedì che spiega la realtà,
un argomento alla volta
ORIGAMI
Abbonati
Benvenuto
SEI GIÀ ABBONATO?
ACCEDI
VUOI LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI?

scopri le offerte dell'abbonamento Tutto Digitale per pc, tablet e smartphone
SCOPRI