[Sommario - Numero 23]
in birmania la sfida della lady

Una piccola Malala è già nata nelle scuole dei migranti

Dopo le libere elezioni dello scorso novembre, il processo di democratizzazione in atto da ormai cinque anni in Myanmar sembra stia procedendo a passi sempre più svelti. Il 2016 è stato segnato dall’insediamento di un Parlamento democraticamente eletto (per il 75% dei membri) e dalla nomina di un Presidente largamente accettato e proveniente dal partito vincitore, la Lega nazionale per la democrazia (Lnd), fondato dal premio Nobel per la Pace Aung San Suu Kyi. Nonostante i successi ottenuti fino...continua
PER LEGGERE ORIGAMI DEVI ESSERE ABBONATO
Il settimanale del giovedì che spiega la realtà,
un argomento alla volta
ORIGAMI
Abbonati
Benvenuto
SEI GIÀ ABBONATO?
ACCEDI
VUOI LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI?

scopri le offerte dell'abbonamento Tutto Digitale per pc, tablet e smartphone
SCOPRI